L'acciaio inossidabile è un metallo duro da lavorare ed è necessario utilizzare utensili da taglio specializzati. Velocità di taglio più elevate causano più calore e incrudimento, quindi è meglio utilizzare una velocità più bassa. Ciò ridurrà anche la possibilità di rottura del truciolo. Il processo richiede precisione e pazienza.

Lavorazione dell'acciaio inossidabile 304

Come lavorare l'acciaio inossidabile? 2

Quando si lavora con l'acciaio inossidabile 304, è importante tenere a mente alcune cose. Innanzitutto, questo acciaio è estremamente resistente, il che lo rende un ottimo candidato per la lavorazione di utensili. È anche utile nella produzione di dadi, viti e ingranaggi. Questo grado ha un contenuto di carbonio molto inferiore rispetto al 304, ma ha comunque una lavorabilità superiore ed è utile nell'industria alimentare, nell'industria della tintoria e nei componenti architettonici. Infine, la macchina migliore per la lavorazione dell'acciaio inossidabile 304 è un grande mulino o tornio. Sebbene questi tipi di strumenti siano utili per velocità inferiori, non sono molto utili per velocità elevate.

Gli acciai inossidabili sono notoriamente difficili da lavorare, ma è possibile rendere questi materiali più facili da lavorare seguendo alcune buone pratiche. L'attrezzatura adeguata è fondamentale, così come la scelta di velocità di avanzamento appropriate. Dovresti anche assicurarti che l'acciaio con cui stai lavorando abbia una geometria di taglio corretta. Altri fattori che possono influenzare la lavorabilità includono l'aggiunta di rame, piombo e zolfo alla lega. Questi elementi diminuiscono la duttilità dei trucioli e li fanno staccare con meno sforzo.

L'acciaio inossidabile è disponibile in molti tipi diversi. L'acciaio inossidabile tipo 304 è il tipo più comune e viene solitamente lavorato su torni di tipo svizzero. Ha elevate caratteristiche di incrudimento, ma è anche molto difficile da lavorare. Ciò significa che è necessaria una macchina in grado di movimentare questo materiale senza danneggiarlo.

Rispetto all'acciaio inossidabile 316, il 304 è molto più facile da lavorare rispetto al grado 316. Questo grado di acciaio inossidabile viene spesso utilizzato per applicazioni in cui le tolleranze sono essenziali, come ingranaggi e raccordi. L'acciaio inossidabile di grado 304 è anche più facile da pulire rispetto al tipo 316 ed è anche più resistente alla corrosione.

L'acciaio inossidabile di grado 316 è più costoso del grado 304 e contiene più molibdeno e nichel. Offre una migliore resistenza ai cloruri e agli acidi, ma il maggiore contenuto di metallo lo rende più costoso. Tuttavia, è preferibile anche in ambienti altamente corrosivi perché riduce le possibilità di precipitazione di carburo di cromo.

Se stai cercando parti lavorate di alta qualità, dovresti essere in grado di portare a termine il lavoro. Ci sono diversi vantaggi nell'avere un pezzo finito che abbia un bell'aspetto e migliori la resistenza alla corrosione. Tuttavia, fai attenzione alle superfici ruvide che diminuiranno la tua resistenza alla corrosione. La sabbiatura è un ottimo modo per rimuovere lo strato di ossido nero e ottenere il colore naturale dell'acciaio.

Quando hai finito di lavorare la tua parte, dovrai pulirla adeguatamente per prevenire la corrosione. Questo può essere fatto utilizzando solventi o agenti sgrassanti convenzionali. Puoi anche mettere in salamoia il pezzo per aggiungere ulteriore protezione. Inoltre, dovrai anche rimuovere il fluido da taglio che è stato utilizzato sul pezzo.

Lavorazione dell'acciaio inossidabile LDX 2101

LDX 2101 è un acciaio inossidabile duplex estremamente versatile con elevata lavorabilità e resistenza alla corrosione. È una scelta eccellente per una varietà di applicazioni di fabbricazione grazie alle sue eccezionali proprietà meccaniche, al basso contenuto di nichel e alla bassa espansione termica. Può essere fabbricato utilizzando le stesse pratiche di officina di altri acciai inossidabili duplex.

Questo tipo di acciaio inossidabile ha un alto grado di resistenza alla corrosione generale in un'ampia gamma di ambienti e possiede un'eccezionale resistenza alla corrosione localizzata. Presenta inoltre una buona resistenza alla fessurazione, al pitting e alla tensocorrosione da cloruro. Per questo motivo, è in grado di funzionare in ambienti che altrimenti causerebbero il cedimento precoce degli acciai austenitici.

I test di intestazione a freddo sono stati condotti su campioni in condizioni forgiate e ricotte. Queste misurazioni erano basate sulla quantità di cricche osservate sulla superficie dell'acciaio. In condizioni forgiate, le leghe LDX 2101(r) con un massimo di 1,0% Cu hanno superato il test. Una volta ricotto, il rame aggiunto alle leghe ha aumentato i risultati delle prove di stampaggio a freddo.

Inoltre, il 2101 ha una buona resistenza all'ossidazione ad alta temperatura, ma soffre di infragilimento superiore a 300°C, che può essere risolto mediante ricottura in soluzione completa. È anche suscettibile di una transizione da duttile a fragile, che è comune tra gli acciai inossidabili duplex. Questo acciaio può essere ulteriormente temprato mediante incrudimento o trattamento termico.

LDX 2101 è una scelta eccellente per i sistemi di desalinizzazione, grazie alla sua eccezionale resistenza alla corrosione e resistenza. È una scelta comune per queste applicazioni ed è stata dimostrata efficace da diversi test. Vedi sotto per esempi e consigli. Inoltre, è una scelta eccellente per altre applicazioni industriali.

Gli acciai inossidabili duplex possono essere saldati utilizzando le tecniche elettriche standard. Un'asta di riempimento in 2209 garantisce una struttura duplex bilanciata. Il coefficiente di dilatazione termica inferiore riduce la distorsione e le sollecitazioni associate. L'elevata resistenza dell'LDX 2101 gli consente di essere leggermente più facile da lavorare rispetto al 316.

L'elemento più importante dell'acciaio è il cromo, che gli conferisce il carattere duplex desiderato. Bassi livelli di questo elemento portano alla martensite, mentre alti livelli di cromo determinano una struttura duplex più instabile. Quindi, quando si sceglie una macchina in acciaio inossidabile, controllare il contenuto di cromo.

Lavorazione di acciaio inossidabile SAE 17-4PH

Per lavorare questa lega, puoi usare una varietà di metodi. È possibile lavorarlo in una condizione indurita per precipitazione o trattata in soluzione, a seconda della stabilità dimensionale desiderata. Può essere lavorato con utensili in metallo duro o ad alta velocità. Per ottenere i migliori risultati, dovresti considerare di applicare un trattamento post-calore.

Questo tipo di acciaio possiede un'eccellente tenacità, duttilità e resistenza alla corrosione. È superiore alla maggior parte degli acciai ad alta resistenza ed è comunemente usato nelle industrie petrolchimiche e di trasformazione alimentare. È disponibile anche in microfusione. Quando si utilizza questo materiale per la lavorazione, accertarsi di conoscerne la composizione e la temperatura corretta per la particolare applicazione.

L'acciaio inossidabile 17-4PH è un materiale di alta qualità con un'eccezionale resistenza alla corrosione. Può resistere a temperature comprese tra 480 e 620 gradi centigradi. Questo materiale è anche molto conveniente e facile da lavorare. Le sue proprietà lo rendono una buona scelta per molte applicazioni generali di lavorazione dei metalli. Ha proprietà simili ai gradi 304 e 304L e viene utilizzato nelle apparecchiature petrolchimiche e nell'industria cartaria e alimentare.

L'acciaio inossidabile 17-4PH è una lega martensitica contenente cromo e nichel. Ha una buona forza e resistenza alla corrosione e può essere indurito per precipitazione. È adatto alla saldatura ed è un materiale altamente versatile. Puoi lavorare questa lega a basse temperature e ottenere comunque buoni risultati.

17-4PH è una lega comunemente usata nel settore aerospaziale. Ha un'eccellente resistenza alla corrosione e un'elevata resistenza alla trazione. Ha anche un contenuto di ferrite maggiore rispetto ad altri gradi PH. È anche magnetico. Puoi lavorarlo facilmente con l'attrezzatura giusta. Può essere modellato e modellato in varie forme e dimensioni.

L'acciaio inossidabile 17-4PH può essere saldato con processi di saldatura a fusione o a resistenza schermati. Tuttavia, la saldatura ossiacetilenica non è consigliata perché l'ossiacetilene può raccogliere carbonio durante il processo di saldatura. Per saldare 17-4PH, è necessario utilizzare una bacchetta di saldatura con caratteristiche di tipo 17-4PH. È necessario utilizzare un lubrificante standard per mantenere il materiale in buone condizioni.

L'acciaio inossidabile non è facile da lavorare se non si scelgono gli strumenti giusti. Meetyou Carbide ha sviluppato uno speciale frese per acciaio inossidabile e fornirà prestazioni elevate sulla lavorazione dell'acciaio inossidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.